Aggiornato il 21 maggio 2019 alle 11:24
|
Un portale per il monitoraggio territoriale sui beni confiscati alla criminalità organizzata
Campo di calcetto
La storia del bene confiscato alla camorra: il lavoro di Agrorinasce e dell'Associazione Le Petit Monde A.D.S. che lo gestisce
13 settembre 2018

Campo di calcetto situato nel comune di  S. Maria La Fossa (CE), in località Vignale. Trattasi di terreno agricolo confiscato a Francesco Schiavone ‘Cicciariello’.

 

Il lavoro svolto da Agrorinasce nella fase di recupero

Bene trasferito al patrimonio indisponibile del Comune di Santa Maria La Fossa in data 13/02/2003, per area mercato, campo di calcetto, area parcheggio, parco giochi. In data 24/06/2013 il Consorzio Agrorinasce ha chiesto l’assegnazione dell’immobile confiscato per destinarlo a campo di calcetto, procedendo all’assegnazione del bene a favore di soggetti sociali, attraverso procedure di evidenza pubblica.

Il Comune di Santa Maria La Fossa in data 27/01/2015 ha assegnato la gestione del bene confiscato al Consorzio Agrorinasce con destinazione per campo di calcetto e chiosco per la somministrazione di alimenti e bevande.

Per l’attuazione del progetto, sono stati concessi finanziamenti della Regione Campania ai sensi della LR 42/79 per l’importo di euro 270.000,00 circa al Comune di S. Maria La Fossa.

I lavori sono stati eseguiti a cura del Comune di S. Maria La Fossa.

In maniera sintetica il lavoro che Agrorinasce ha svolto per il progetto indicato è il seguente:

1)      Ha realizzato il progetto sociale e lo studio di fattibilità economico sociale per la valorizzazione del campo di calcetto con l’annesso del chiosco che ha comportato, la verifica di ulteriori interventi di miglioramento della struttura sportiva, la concessione in comodato dell’annesso chiosco per attività di somministrazione di cibo e bevande;

2)      Ha predisposto, approvato e indetto le procedure di evidenza pubblica per l’individuazione del soggetto gestore del bene confiscato alla camorra (bandi, pubblicazione ai diversi siti e soggetti pubblici, commissione di gara, attività di segreteria, comunicazioni ai vincitori e ai partecipanti e tutti gli adempimenti previsti per legge);

3)      Ha predisposto, approvato e stipulato i contratti per la gestione dell’area e degli immobili confiscati alla camorra (attività di segreteria, contratti, richieste di DURC, casellario giudiziale, antimafia, controllo atti documentali finalizzati alla stipula dei contratti);

4)      Ha assistito il soggetto gestore per tutte le autorizzazioni necessarie all’entrata in funzione del bene pubblico (attività di segreteria, richieste di autorizzazioni e documentazione allegata);

5)      Ha controllato l’effettiva entrata in funzione dei progetti e ha partecipato attivamente al loro successo (attività di segreteria, sopralluoghi e organizzazione di attività con contatti, attività e relazioni);

6)      In continua sinergia con il Comune socio ha controllato e monitorato le attività che vengono svolte (attività di segreteria, sopralluoghi e organizzazione di attività con contatti, attività e relazioni);

7)      Programma e realizza iniziative ed attività culturali e sociali per conto e insieme al Comune di S. Maria La Fossa (attività di segreteria, sopralluoghi e organizzazione di attività con contatti, attività e relazioni).

Particolarmente delicata nell’opera svolta da Agrorinasce è la fase dei controlli delle persone giuridiche e del terzo settore che vengono coinvolte nei lavori e/o nella gestione dei beni confiscati alla camorra, al fine di prevenire ogni tipo di infiltrazione della camorra. Agrorinasce, al riguardo, ha stipulato con la Prefettura di Caserta un protocollo di legalità che impegna il consorzio alla richiesta di informazioni per ogni contratto stipulato.

Con Verbale di Consiglio di Amministrazione del 15/02/2016, Agrorinasce ha aggiudicato in via definitiva alla associazione “Le Petit Monde A.D.S.”, la concessione della gestione del campo di calcetto, con annesso chiosco, realizzato su un terreno confiscato alla camorra in Santa Maria la Fossa.

 

Il lavoro svolto dal soggetto gestore nella fase di valorizzazione

L’associazione “Le Petit Monde A.D.S.” nasce il 16/03/2015, senza scopo di lucro ed apolitica, nasce per perseguire esclusivamente finalità di promozione sportiva dilettantistica e per la realizzazione di iniziative volte alla diffusione, alla pratica e alla conoscenza dello sport.

A tal fine l’Associazione:

·         Promuove attività sportive dilettantistiche rivolte ai giovani, compresa l’attività didattica e corsi di formazione per l’avvio, l’aggiornamento e il perfezionamento nelle attività     sportive;

·         Organizza attività formativa e di mantenimento per tutti gli associati o tesserati, allo scopo di mantenere alto l’interesse verso l’attività motoria e sportiva;

·         Agevola l’accesso alle attività sportive dilettantistiche promosse ai giovani disagiati e alle persone con disabilità;

·         Sviluppa la promozione delle attività sportive dilettantistiche rivolte ai giovani con palestre, centri sportivi, centri equestri, ecc.;

·         Coinvolge nelle proprie attività di promozione: Enti Locali, Amministrazioni pubbliche, Coni, distretti scolastici;

·         Gestisce il bar interno alla struttura, con somministrazione di alimenti e bevande agli associati;

·         Avvia attività di foresteria per i propri soci.

La realizzazione del campo di calcetto si è reso necessario per la mancanza sull’intero territorio comunale di Santa Maria La Fossa di impianti sportivi (ad eccezione del campo sportivo), in grado di ospitare manifestazioni e che diventi un luogo di aggregazione sociale.

L’Associazione intende valorizzare maggiormente l’impianto anche sistemando definitivamente l’area dedicata al campo di bocce, dando in questo modo più spazio alle persone meno giovani e allo stesso tempo promuovendo la passione per il gioco delle bocce ai giovani, alle donne e ai diversamente abili, organizzando tornei senza distinzione di categorie.

Altra attività da mettere in atto sarà quella dedicata al calcio a cinque, attraverso l’apprendimento di moduli e regole. 

L’impianto è in funzione dal mese di giugno 2018.

 

Scritto da Amministratore