Aggiornato il 18 giugno 2024 alle 10:16
|
Un portale per il monitoraggio territoriale sui beni confiscati alla criminalità organizzata
Quarto seminario Casa dell’Architettura: “competenze e visione futura”
28 aprile 2023

Santa Maria La Fossa (CE)- La sala consiliare del Centro di Educazione e Documentazione Ambientale Pio La Torre, il 28 aprile 2023, ha ospitato il quarto seminario de “La Casa dell’Architettura: dal degrado alla bellezza” finanziato dalla Regione Campania e realizzato da Agrorinasce, Fondazione Real Sito di Carditello, Consorzio di Bonifica del Volturno e Ordine degli Architetti.

A coordinare il seminario l’Arch. Maria Maddalena Simeone.

C’è una riflessione che noi facciamo all’interno della Società sulle cose che potremmo e dovremmo fare per il futuro- così Giovanni Allucci, Amministratore Delegato Agrorinasce- una riflessione in sinergia con altre realtà, senza protagonismi, senza conflitti. Questi progetti non possono fare a meno delle competenze dei professionisti: occorrono competenze e visione futura”. “L’opportunità che Agrorinasce ha dato a questi territori è stata fondamentale per la loro ripresa- Nicolino Federico, Sindaco di Santa Maria La Fossa- la sinergia è riuscita a creare progettazione efficace e collaborazione produttiva”.

Raffaele Cecere, consigliere dell’Ordine degli Architetti di Caserta, ha augurato buon lavoro a tutti e ha confermato la vicinanza e il supporto dell’Ordine degli Architetti Caserta con questo progetto di rivalorizzazione territoriale.

Dopo i saluti istituzionali, il seminario è iniziato con l’intervento del Dr. Gianluigi Busico del Dip. Di Scienze e Tecnologie Ambientali Biologiche e Farmaceutiche Università degli Studi della Campania L. Vanvitelli, con un focus sulla cartografia tematica per la gestione delle risorse idriche: in particolare con applicazioni pratiche sul territorio campano.

Il Direttore Generale Consorzio Generale di Bonifica del Volturno Ing. Camillo Mastracchio ha tenuto un masterplan integrato per la sistemazione idraulica del bacino idrografico e la valorizzazione paesaggistico-ambientale, concludendo con l’importanza di coltivare il senso di appartenenza per il nostro territorio.

Dal cambiamento climatico, al problema dell’approvvigionamento dell’acqua, agli obiettivi previsti dall’agenda Onu 2030, al Green Deal europeo, fino ad arrivare ad un piano locale con la trasformazione dei Regi Lagni: questi alcuni dei temi trattati dall’Arch. Matteo Pedaso, dello Studio LAND (Landscape Architecture Nature Development, uno studio internazionale di architettura del paesaggio fondato nel 1990 a Milano) che ha numerosi progetti di sviluppo sul Volturno, sui Regi Lagni, Lago Patria, sul lungomare di Mondragone: “Mettere l’accento su un sistema che già esisteva e che aveva bisogno di essere riscoperto” ha specificato Pedaso. I temi cardine del masterplan sono: infrastrutture verdi-blu, mobilità sostenibile e progetti: “Lavorare con la natura, investire sulla sostenibilità e sulle infrastrutture verdi. Dobbiamo far sognare il territorio”.

Hanno aderito al seminario gli studenti del Liceo Artistico “O. Buccini” di Marcianise.

 

Scritto da Monit Agrorinasce