Aggiornato il 27 maggio 2024 alle 17:30
|
Un portale per il monitoraggio territoriale sui beni confiscati alla criminalità organizzata
Agrorinasce e GSE incontrano gli studenti dell’Istituto ‘Guido Carli’ e del Liceo ‘E. Segrè’ di San Cipriano d’Aver
5 maggio 2023

Casal di Principe, San Cipriano d’Aversa (CE) - Coinvolgimento e interesse da parte degli studenti dell’Ist. “Guido Carli” di Casal di Principe e del Liceo E. Segrè di San Cipriano d’Aversa in occasione delle lezioni tenutesi il 3 e 4 maggio 2023 dagli esperti del GSE.

Il GSE SpA (Gestore dei Servizi Energetici) è la società dello Stato che gestisce tutti gli incentivi per la produzione di energia elettrica e per l’efficientamento energetico per oltre 10 miliardi di euro. Una società di primaria importanza con la quale Agrorinasce ha rapporti istituzionali da circa 10 anni.

Mariangela Giunti e Luigi Alboreto, dipendenti del GSE, hanno in primis coinvolto gli studenti con domande sui temi dell’efficienza e del risparmio energetico e poi approfondito tutti i temi sulla “sostenibilità” tenendo conto dei tre piani: piano economico, piano sociale e piano ambientale.

Le lezioni si sono svolte partendo anche dalle peculiarità dei territori di Casal di Principe e San Cipriano d’Aversa, ricchi di allevamenti bufalini e serre, luoghi in cui è possibile e produttivo investire nell’energia sostenibile; un’economia circolare di prossimità, che parta dal territorio e dalla quotidianità ovvero evitare sprechi energetici per raggiungere una piena transizione energetica.

La guerra e il Covid ci hanno insegnato che tutti gli Stati sono interconnessi - così Mariangela Giunti, esperta del GSE- importiamo il 40% di energia fossile dalla Russia e se dovessero bloccarci questa percentuale di energia in Italia cosa succederebbe? Per questo è importante raggiungere l’indipendenza, la libertà energetica”. La libertà energetica non può prescindere dal rispetto dell’ambiente, la crisi climatica è la lotta del secolo e qualsiasi investimento deve tener conto di questo fenomeno, ma occorre parallelamente un cambio di mentalità nell’attenzione di ciascuno verso la cura dell’ambiente e del territorio in cui viviamo.

Giovanni Allucci, Amministratore Delegato Agrorinasce, rivolgendosi agli studenti: “Il tema di oggi è molto attuale, un tema che necessita di competenze. Qualsiasi mestiere che voi farete avrà a che fare con la sostenibilità ambientale ed anche noi con Agrorinasce abbiamo molto a che fare con questo tema nei progetti sui beni confiscati, basti pensare che sulla progettazione e rivalorizzazione de La Balzana applichiamo la c.d. “agricoltura di precisione”. Questi temi nuovi, sebbene molto diffusi, non si conoscono ancora bene nel dettaglio e in questo senso si sviluppano le lezioni rientranti nel progetto “Scuola viva” con gli esperti del GSE: maturare esperienze e conoscenze”.

Le attività avviate con l’IT Guido Carli sui temi ambientali e dell’efficientamento energetico rientra nel progetto “Scuola viva” finanziato dalla Regione Campania.

Scritto da Monit Agrorinasce