Aggiornato il 21 maggio 2019 alle 11:24
|
Un portale per il monitoraggio territoriale sui beni confiscati alla criminalità organizzata
Centro di aggregazione giovanile per l’arte e la cultura
La storia del bene confiscato alla camorra: il lavoro di Agrorinasce e dell'Associazione di Promozione Sociale 'Circolo Letterario Maeditactio' che lo gestisce
Centro di aggregazione giovanile per l’arte e la cultura, situato nel comune di Casapesenna (CE), in via Cagliari. Trattasi di un  complesso residenziale per civile abitazione confiscato a Luigi Venosa. 

Il lavoro svolto da Agrorinasce nella fase di recupero

Agrorinasce ha richiesto e ottenuto dal Comune di Casapesenna la concessione del bene immobile confiscato alla camorra nell’anno 2007, provvedendo per esso ad una prima progettazione preliminare del recupero del bene ai fini sociali con la denominazione di ‘Centro sociale e ricreativo’ per ospitare associazioni locali per attività ludiche e di aggregazione sociale.

Il progetto fu presentato alla Regione Campania per il finanziamento dei lavori di ristrutturazione ai sensi della LR 23/2003, ma senza esito positivo.

Agrorinasce successivamente e d’intesa con l’Amministrazione Comunale di Casapesenna ha deciso di predisporre una nuova progettazione sociale e tecnica destinando il complesso edilizio all’accoglienza di un Centro di aggregazione giova...
Continua a leggere...
Articoli di monitoraggio